Conti deposito - Cosa sono




I conti di deposito sono particolari conti, retribuiti con tassi d'interesse maggiori dei normali conti, in cui accumulare i propri risparmi effettuando così un investimento sicuro.
Vediamo nel dettaglio cosa significa quanto appena detto:

  • sono particolari conti, in quanto affiancano il normale conto corrente (che va quindi comunque aperto e in genere i due conti si aprono contestualmente) e, a differenza di quest'ultimo, offrono una operatività molto limitata: i soldi per le spese di tutti i giorni seguiteranno ad essere prelevati dal conto corrente ordinario, così come su questo seguiterà ad essere accreditato lo stipendio; sul conto di deposito si faranno solo operazioni di versamento dal conto ordinario, attivazione di vincoli, ossia disposizioni a vincolare, senza poter rientrarne in possesso, i soldi versati per ottenerne degli interessi, e versamenti, a fine del vincolo, del capitale di nuovo sul conto corrente ordinario o rinnovo di vincoli.

  • tassi d'interesse maggiori vengono corrisposti proprio a fronte del vincolo temporale, tanto è vero che per più tempo si decide di vincolare i propri soldi, maggiore sarà il tasso d'interesse corrisposto. Tra vincoli di soli 3 mesi e vincoli lunghi, 24-36 mesi, il tasso d'interesse arriva spesso a raddoppiare.

  • accumulare i propri risparmi e non cifre che dovremmo utilizzare a breve perchè il vincolo è molto difficile da rimuovere: se si passa una determinata cifra sul conto deposito e la si vincola, ad esempio, per un anno e poi si ha bisogno di quel capitale magari solo dopo 3 mesi l'operazione di svincolo sarà, da banca a banca, più o meno difficoltosa ma comunque non immediata.

  • investimento sicuro: questo se le banche che offrono conti di deposito aderiscono al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi - FIDT. Si tratta di un fondo che interviene nel caso di dissesto finanziario della banca presso il quale abbiamo depositato i nostri soldi, con il limite massimo di 100.000 Euro. Il fatto stesso che le varie banche siano tutelate dal fondo implica continui controlli da parte di Banca D'Italia e di conseguenza è una ottima garanzia. Relativamente all'intervento del fondo va sottolineato che, al momento di un eventuale dissesto finanziario, verrà risarcito soltanto il 20% di ogni deposito lasciando la restante parte ad una restituzione diluita nel tempo. Fortunatamente in Italia, proprio per l'azione di sorveglianza della Banca D'Italia, il fondo non è mai intervenuto

Argomenti correlati


Calcolo rendimento conto deposito

Il calcolo sul rendimento effettivo di un conto deposito dipende da vari fattori: se ...


Conti deposito - Come funzionano

Il conto di deposito funziona in maniera parallela al conto corrente ordinario. ...


Elenco dei conti deposito più diffusi

In questa pagina è presente l'elenco dei conti di deposito, con o senza vincolo, ...

Valuta questa pagina
Le informazioni presenti in questa pagina sono state interessanti?
Esprimi il tuo giudizio per aiutarci a migliorare, per noi è importante!
Grazie

Conti deposito - Cosa sono
(numero di votanti: 1 / valutazione media: 5 )
Le domande degli utenti

Domanda del 23-09-2013:
Buon giorno. Pensavo di aprire un conto deposito. Volevo sapere se gli interessi trimestrali verranno accreditati direttamente sul conto deposito o sul conto "tradizionale" che ho già nella banca medesima. Inoltre, se alla scadenza volessi estinguere il conto deposito, come devo fare?
Ringrazio e cordialmente saluto


Risposta:
Gentile Utente,
gli interessi verranno accreditati nel conto corrente; Lei potrà decidere se utilizzare il denaro, lasciandolo nel conto corrente per le spese quotidiane, o farlo affluire nel conto deposito in modo che si cumuli a quanto già versato e contribuisca alla determinazione dei prossimi interessi.
Per l'estinzione, a scadenza, nella maggioranza delle soluzioni non dovrà fare nulla: troverà sul conto corrente il versamento dal conto deposito dell'intero capitale e, se corrisposti a scadenza, dei relativi interessi.
Cordialità.
La redazione