Domanda n.2266




Argomento della domanda:Consigli per ottenere un prestito senza busta paga
(vai alla pagina relativa a: Consigli per ottenere un prestito senza busta paga)

Domanda
salve
Sono un docente statale prossimo alla pensione, ho 65 anni.
Vorrei avere qualche ragguaglio circa la possibilità di poter avere o
impegnare una quota della mia liquidazione.
Ho in corso uno sfratto e vivo con moglie e figlio minorenne, il mio
stipendio è ridotto del 50% causa un prestito e una trattenuta
obbligatoria fatta dalla banca per avermi ritirato il fido senza neppure
un preavviso.
L'ideale sarebbe poter avere una qualche forma di prestito impegnando la
restituzione all'incasso della buonuscita.
ringrazio e saluto.



Risposta
Gentile Utente,
la possibilità di ottenere una anticipazione su TFR è legata a necessità specifiche (acquisto prima casa, spese sanitarie, investimento in formazione, etc.) e, di conseguenza, sarà Lei a poter valutare se rientra o meno in questi parametri.
Per quanto attiene la possibilità, invece, di impegnare parte della liquidazione, ebbene questa possibilità è preclusa dall'esistenza di una cessione del quinto (ci dice che ha un pignoramento in busta paga per un prestito) e di un ulteriore pignoramento da parte della banca.
Infine, non esiste la forma di prestito a cui aspirerebbe: il trattamento di fine rapporto non può essere utilizzato nel modo da Lei ipotizzato.
Esiste una via che è poco conosciuta e Le permetterebbe di ottenere un prestito se è titolare di un immobile, ossia un prestito vitalizio ipotecario: in estrema sintesi Le verrebbe concessa un prestito di un importo che va dal 15% al 50% del valore dell'immobile, contro accensione di una ipoteca, e senza alcuna rata mensile. Alla data del Suo decesso gli eredi potranno decidere se riscattare l'immobile o cederlo alla banca.
E' una via da considerare attentamente perché i tassi applicati sono alti e quindi ha un costo elevato. Poche banche lo mettono tra i propri prodotti, noi abbiamo notizia che lo eroghino Unicredit, credem, BNL, Monte dei Paschi di Siena.
Cordialità.
La redazione