Domanda n.2518




Argomento della domanda:Consigli per ottenere un prestito senza busta paga
(vai alla pagina relativa a: Consigli per ottenere un prestito senza busta paga)

Domanda
Buon giorno a me servirebbe un prestito di circa 15.000 euro ma nn ho una busta paga.
Come garanzia ho una casa che è intestata ai miei genitori , potrei usarla come garanzia?


Risposta
Gentile Utente,
no, tale pratica non è ammessa e Le spieghiamo il perché:
il concetto di garanzia, in un prestito, è secondario a quello dei requisiti. Prima bisogna avere i requisiti per essere finanziati; se si hanno allora la finanziaria richiede una garanzia per tutelarsi laddove i requisiti vengano meno o permangano ma ci sia un comportamento doloso da parte del debitore che smette di pagare regolarmente le rate.
Nel Suo caso manca il requisito: in assenza di reddito dimostrabile non è possibile essere finanziati, ad eccezione di poche esclusioni che non rientrano nel Suo caso.
Ai fini della valutazione di fattibilità la finanziaria non può dare il benestare perché c'è la sicurezza che, non potendo Lei pagare perché non ha reddito, dovrebbe già alla scadenza della prima rata iniziare le azioni di recupero crediti nei Suoi confronti; l'obiettivo delle banche o finanziarie è sempre e solo ottenere il pagamento delle rate, mentre non sono assolutamente interessati a prendersi gli immobili dati in garanzia dai debitori.
Cordialità.
La redazione
Le domande degli utenti

Domanda del 31-03-2015:
Salve,
volevo sapere se potrei ricevere un prestito senza busta paga con garanzia un'ipoteca su immobile in cui vi è anche affittuario con regolare contratto
oppure solo con conto corrente e partita iva
Saluti

Risposta:
Gentile Utente,
in caso di utilizzo quale garanzia di un immobile si possomo ottenere due specifiche tipologie di finanziamento:
- il prestito vitalizio ipotecario, riservato ai maggiori di 65 anni, che non ha alcuna rata e deve essere ripagato dopo la morte del debitore dagli eredi pena la perdita dell'immobile ipotecato. Si può ottenere circa il 50% del valore di mercato dell'immobile.
- il mutuo per liquidità, in cui a fronte dell'ipoteca viene creato un vero e proprio mutuo con durata dai 10 anni in su e a fronte del quale viene erogato l'importo ottenuto in una unica soluzione.
Mentre nel primo caso non ha alcuna rilevanza il reddito del richiedente nel secondo, come per ogni mutuo, ci deve essere un reddito dimostrabile, sia esso proveniente da lavoro dipendente che autonomo.
Le rendite da locazione, anche se frutto di un affitto regolare con contratto legalmente valido, non vengono viste di buon occhio dalle banche; in base a quanto sappiamo noi non vengono considerate reddito idoneo per un finanziamento.
Ciò non toglie, e purtroppo non ce lo comunica, che il reddito derivante dalla Sua attività con partita Iva potrebbe essere sufficiente a farLe ottenere quanto Le serve.
Cordialità.
La redazione