I futures




I future sono contratti standard e quindi negoziabili sul mercato. Acquistare un future significa impegnarsi ad acquistare alla scadenza ed al prezzo prefissati l’attività sottostante. Questa può essere sia un'attività reale, ad esempio una commodity (grano, oro, metalli, caffè, ecc.) sia un'attività finanziaria. In quest'ultimo caso si parla di financial futures i cui sottostanti possono essere ad esempio una valuta (currency futures), un indice borsistico. La standardizzazione rende questi contratti interscambiabili tra loro, per cui è possibile annullare impegni di acquisto o di vendita tramite compensazione, stipulando un contratto di segno opposto all'originale. In questo modo, verrà evitata la consegna dall'attività sottostante il contratto. La redditività di un future è legata all’aspettativa di rialzo dell’attività sottostante che porterebbe alla vendita del contratto prima della scadenza contrattuale ad un prezzo superiore a quello d’acquisto. Se invece l’acquisto del future nasce da un’effettiva intenzione di acquistare la commodity sottostante, il suo vantaggio è di permettere una copertura senza rischi di oscillazioni del prezzo in attesa della scadenza prevista. Il mercato dei future è controllato da una Clearing House, detta anche stanza di compensazione; un'agenzia o una società indipendente responsabile di assicurare il corretto funzionamento di una borsa future.

Valuta questa pagina
Le informazioni presenti in questa pagina sono state interessanti?
Esprimi il tuo giudizio per aiutarci a migliorare, per noi è importante!
Grazie

I futures
(numero di votanti: 1 / valutazione media: 5 )